• Trump. Cina replica su Nordcorea: nostro impegno chiaro a tutti

    Trump. Cina replica su Nordcorea: nostro impegno chiaro a tutti

    Internazionale

    Ancora scintille dopo l'ennesima affermazione provocatoria (si spera che rimanga tale) di Kim Jong-un , il presidente della Corea del Nord . "La Corea del Nord ha appena affermato che la messa a punto di un'arma nucleare capace di raggiungere alcune aree degli Stati Uniti è nella sua fase finale .
  • Samanta Cristoforetti è diventata mamma, ecco Amal che in arabo significa speranza

    Samanta Cristoforetti è diventata mamma, ecco Amal che in arabo significa speranza

    Internazionale

    L'astronauta più famosa d'Italia ha infatti dato alla luce a novembre Kelsey Amal . Due nomi che significano rispettivamente coraggiosa ( Kelsey ) e speranza ( Amal ). La nostra astronauta, d'altronde, è sempre stata molto discreta pur avendo emozionato il mondo intero con la sua esperienza nello spazio, affrontando il suo lavoro con molta professionalità ma anche tanta allegria.
  • Samantha Cristoforetti è mamma: è nata Kelsey Amal

    Samantha Cristoforetti è mamma: è nata Kelsey Amal

    Internazionale

    Il parto è avvenuto alla fine di novembre a Colonia , ma la notizia è trapelata solo ora, come scrivono i quotidiani Trentino e Alto Adige. Il compagno di AstroSamantha è Lionel Ferra , ingegnere francese ed istruttore di astronauti che lavora proprio presso l'Esa di Colonia .
  • AstroSam è diventata mamma: è nata la figlia Kelsey Amal

    AstroSam è diventata mamma: è nata la figlia Kelsey Amal

    Internazionale

    Nella città tedesca l'ufficiale pilota è stata raggiunta dai genitori Sergio e Antonella , pensionati, un tempo proprietari del Liberty Hotel di Malè e ora residenti a Lazise. Cristoforetti è stata la prima donna italiana nello spazio con una missione sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), la missione Futura , tra il 2014 e il 2015 e con 199 giorni detiene il record europeo e femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo.
  • Istanbul: attentatore era in Turchia da poco più di un mese

    Internazionale

    L'alto rappresentante dell'Unione europea per gli Affari esteri e la sicurezza del'Ue, Federica Mogherini, ha espresso vicinanza alle famiglie delle vittime sottolineando che si deve lavorare per "prevenire tali tragedie". La discoteca Reina è un luogo molto popolare per l'alta società e gli stranieri, frequentato da celebrità, calciatori e imprenditori. Il Financial Times ha scritto che alcuni dei morti nella strage arrivavano da Arabia Saudita, Libano, Iraq, Tunisia, India, Marocco, ...
  • Istanbul, arrestata la moglie del presunto killer

    Istanbul, arrestata la moglie del presunto killer

    Internazionale

    Centinaia di agenti in strada hanno allestito posti di blocco con l'unico obbiettivo di catturare l'attentatore - probabilmente non l'unico autore della strage della notte di Capodanno nel night club Reina - che è riuscito a fuggire. Sul numero degli assalitori, vestiti con costumi da Babbo Natale , ancora non c'è certezza: solo uno, secondo fonti ufficiali; fino a tre, secondo testimoni e media locali.
  • Arrestata la moglie del presunto attentatore

    Arrestata la moglie del presunto attentatore

    Internazionale

    Era in Turchia da poco più di un mese il presunto attentatore di Capodanno a Istanbul . L'uomo ha spiegato che il 1 gennaio è volato a Istanbul da Bishkek per questioni commerciali, ma al ritorno le forze dell'ordine turche lo hanno prelevato dall'aeromobile e interrogato ma poi lo hanno lasciato rientrare a Bishkek.
  • Attentato di Capodanno ad Istanbul, il terrorista sembra essere un professionista

    Attentato di Capodanno ad Istanbul, il terrorista sembra essere un professionista

    Internazionale

    Era stato accusato di essere entrato in Turchia insieme alla moglie e di essere a Istanbul dallo scorso novembre. Due giorni dopo è giunto a Konya, dichiarando motivi lavorativi all'origine del trasferimento. Tra le vittime straniere accertate, ci sono sette cittadini sauditi, tre giordani, tre libanesi, una ragazza palestinese di cittadinanza israeliana, due indiani, un cittadino turco-belga, per un totale di 15 persone.
  • 'Mozzarella Boom.Boom', sequestrati 380 chili di fuochi d'artificio

    'Mozzarella Boom.Boom', sequestrati 380 chili di fuochi d'artificio

    Internazionale

    Ma in realtà erano pieni di fuochi d'artificio particolarmente potenti. Questi manufatti non hanno nessuna garanzia di sicurezza e possono esplodere all'improvviso comportando gravi lesioni permanenti. Il deposito dove era stato custodito il materiale esplosivo era molto pericoloso: i box erano sotto a condomini densamente abitati. " Potevano esplodere all'improvviso comportando gravi lesioni permanenti ", spiegano le Fiamme gialle.