Prima vittoria per Taylor Swift

Regolare Commento Stampare

Il giudice ha respinto l'azione legale avviata contro la cantante dall'ex dj di Denver, David Mueller. Lunedì proseguiranno le udienze sulla causa che ha sporto Swift nei confronti di Mueller, per molestie sessuali: l'episodio avvenne nel 2013, quando Mueller palpò il sedere di Swift mentre si scattava una foto con lei.

In seguito a quanto accaduto David ha perso il lavoro e quindi ha chiesto un risarcimento di tre milioni di dollari, che a quanto pare non vedrà mai dato che il giudice distrettuale William Martinez ha stabilito che la cantante non ha alcuna responsabilità sulle vicende professionali del dj. La star non denunciò subito l'accaduto, ma fece in modo che il Dj venisse licenziato. Una ex guardia del corpo di Swift, presente al momento delle molestie, ha confermato durante il processo di aver visto Mueller mettere la mano sotto la gonna di Swift.

C'è pero un secondo processo aperto: Taylor, infatti, lo aveva a sua volta citato in giudizio per la questione delle molestie chiedendo però un risarcimento simbolico di un dollaro. Shannon Melcher ha detto di non essersi resa conto di comportamenti inappropriati e che queste accuse hanno devastato psicologicamente il fidanzato.