Corea Nord vs Usa, "li ridurremo in cenere"

Regolare Commento Stampare

Mosca: il rischio di un conflitto è molto alto" - SimoneBressan: Zipster - "Kim: "Vi spazzeremo". Lavrov ha affermato che Mosca è preoccupata dalle dichiarazioni minacciose che si scambiano Usa e Corea del Nord e ha aggiunto che dovrebbero essere gli Usa, essendo la potenza più forte, a fare un passo indietro e a evitare che le tensioni aumentino ulteriormente.

A queste esternazioni aveva reagito la Corea del Nord che, attraverso l'agenzia di stampa KCNA, dichiarava: "Il presidente Trump ci sta portando sull'orlo di una guerra nucleare", aggiungendo che "il comportamento isterico e imprudente di Trump potrebbe ridurre gli USA in cenere in ogni momento".

Questo è solo l'ultimo epilogo di una serie di minacce al vetriolo tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti in vista dell'ultimatum di Ferragosto.

I commenti del quotidiano - molto influente in Cina ma non rappresentativo della politica del governo - arrivano dopo che il presidente Usa Donald Trump ha rafforzato la sua retorica contro la Corea del Nord dicendo di non essere stato abbastanza duro con la sua precendente minaccia di scatenare "fuoco e furia" su Pyongyang in caso di attacco nordcoreano. Pechino ha espresso anche il proprio disappunto sia nei confronti dei ripetuti test missilistici e nucleari di Pyongyang che dell'atteggiamento della Corea del Sud e degli Stati Uniti, e in particolare in merito alle esercitazioni militari, viste come una esclation della tensione.

"Speriamo che Kim Jong-un trovi un'altra strada", dichiara su Twitter. "Le forze anti-aeree e di deterrenza nucleare permettono di far sì che gli americani si astengano da passi più decisi". Il piano definitivo sarà completato entro metà mese e prevede che i vettori sorvolino lo spazio aereo nipponico delle prefetture di Shimane, Hiroshima e Kochi prima di colpire le acque intorno a Guam.

Intanto, dietro le quinte, proseguono le trattative per un accordo tra Usa, Giappone e Corea del Sud coi Nordcoreani, ma senza risultati. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.