Buffon: "Difesa della Juventus sempre forte, critiche strumentali"

Regolare Commento Stampare

Mancano poco più di 24 ore al match dell'Olimpico, che vedrò opposte Juventus e Lazio nella finale di Supercoppa Italiana.

Fra i bianconeri sarà la prima volta di Paulo Dybala con indosso la maglia numero 10.

ULTIMO GIRO - "Penso che domani ci sarà un'altra sfida e un'altra Supercoppa, non che sia l'ultima". Il passo per questa proposta è partito dalla società, è un segnale molto bello, di grande responsabilità. "Era l'unico che meritava e poteva prendere l'eredità di una maglia così pesante".

Coi suoi 39 anni, Buffon è ormai vicino al termine della sua carriera agonistica, ma lui ancora non ci pensa. In linea di massima ho vissuto quasi sempre la mia vita cercando di estrapolare quasi sempre le cose positive da quelle negative. Ho una strana euforia e felicità, probabilmente filgia da quel pizzico di follia che mi ha sempre contraddistinto. "Si è già inserito bene nel gruppo". Buffon non è comunque preoccupato. Il portiere smentisce questa speculazione, richiamando l'attesa dei fatti: "La difesa la vedo come tutti gli altri anni, ovvero forte". Questo basta per avere ottimismo.

Nelle partite di precampionato non tutto, però, è filato liscio in difesa. Poi abbiamo giocato con Tottenham, Roma, Barcellona e PSG: qualche gol rischiamo di prenderlo. "Aspettiamo i primi verdetti per fare determinate analisi". E - così Buffon - se li abbiamo battuti spesso è proprio perchè li abbiamo affrontati con il giusto atteggiamento. "Non ha fatto alcun tipo di errore la società, conoscendolo dopo un mese posso confermare giudizio su portiere e uomo". "Lui è un ragazzo che si inserirà benissimo". Spero la striscia positiva continui, la bacheca stessa spero venga riempita con una nuova Supercoppa che ci permetterebbe di partire col piede giusto.

Quali possono essere le insidie di questa nuova stagione? Perchè se in 100 anni di campionati nessuno lo aveva mai fatto stiamo parlando di numeri giganteschi. "Abbiamo consapevolezza, che gli avversari si sono rinforzati, ma abbiamo la certezza che noi siamo sempre gli stessi e se lo dimostreremo in campo sono convinto che saremo sempre là". "Ad agosto dirlo non significa niente, dobbiamo far parlare il campo dalla prossima settimana".