Vacanze, il 57% vuole stare connesso

Regolare Commento Stampare

Il campione utilizzato per il report è di oltre 3 mila persone tra i 18 e i 55 anni, residenti in Australia, Francia, Germania, India, Giappone, Gran Bretagna e Stato Uniti. Tuttavia, secondo una ricerca condotta dalla società di ricerca informatica McAfee, il 57% dei così detti vacanzieri non ha alcuna intenzione di rinunciare alla connessione ad internet in spiaggia.

Ma non finische qui.

Il 52% trascorre infatti almeno un'ora al giorno ad un dispositivo connesso ad internet per controllare email, scrivere sui social network e chattare, come rivelato dallo studio "Disintossicazione digitale: rilassarsi, distendersi e 'staccare'". Essere raggiungibili dalla famiglia e dagli amici è il motivo più comune per cui non ci si disconnette (62%), mentre l'essere raggiungibile sul lavoro influenza solo il 16%.

Riguardo alla gestione dei dispositivi, la statistica non lascia sorpresi. La dipendenza è anche dai social: il 37% non riesce a non pubblicare durante le vacanze.

Tempo di vacanze per per milioni di italiani ed in generale per milioni di persone di tutto il mondo.