Uno sciroppo per la tosse ritirato dagli scaffali: allarme nelle farmacie

Regolare Commento Stampare

Ancora un ritiro dal commercio di un farmaco. Questa volta è toccato ad uno degli sciroppi per la tosse più conosciuto e prescritto in Italia.

A diramare la comunicazione del ritiro dei lotti dello sciroppo per la tosse Lisomucil è la Federfarma Roma segnalando una con nota dell'azienda Sanofi pervenuta in data 19.06.2017.

Lo sciroppo Lisomucil è stato ritirato per precauzione visto che dalle analisi effettuate sui campioni di questi lotti è emerso che vi è la possibile presenza di precipitato. Il Lisomucil è utilizzato nella terapia sintomatica delle affezioni dell'apparato respiratorio accompagnate da tosse e catarro. I farmaci interessati evidenzia sono i seguenti lotti del LISOMUCIL*AD SCIR 200ML S/Z 750 - AIC 023185097: lotto 332 Dicembre 2018; 333 Dicembre 2018; 334 Aprile 2018; 335 Aprile 2019; 336 Giugno 2019; 337 Giugno 2019; 5K0402 Luglio 2018 e 5K0421 Agosto 2018. Le confezioni presenti in farmacia dovranno essere invece immagazzinate in apposita area sicura e poi predisposte per essere inviate ad Assinde (ritiro e smaltimento dei resi farmaceutici).