Poliziotti aggrediti da orda di donne per aver arrestato un ladro

Regolare Commento Stampare

Per l'arresto di un ladro di scooter si è scatenata un'aggressione, da parte di diverse donne del quartiere "Speranza" ad Afragola (Napoli), contro i poliziotti.

I poliziotti hanno tentato di bloccare le donne che, però, hanno cominciato a colpirli con tutto ciò che avevano trovato: comprese scarpe con tacchi a spillo. I sei poliziotti feriti, solo dopo aver completato gli atti, si sono recati presso il pronto soccorsi dell'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore, dove dopo le cure sono stati dimessi con prognosi tra i cinque e i dieci giorni. Mentre Mariano Truppo - questo il nome del 32enne fermato secondo quanto riportato da il Mattino - è stato arrestato con le accuse di rapina, tentata estorsione, resistenze e lesioni a pubblico ufficiale e tradotto nel carcere di Poggioreale. Ma il ragazzo aveva già sporto denuncia e quindi gli agenti gli hanno teso una trappola. Dopo aver rubato, armato di taglierino, lo scooter e l'iPhone a un 23enne in via 4 Giornate a Cardito, Tuppo lo ha poi contattato per stabilire i termini del 'cavallo di ritorno': 740 euro per riavere lo scooter.

La sua violenta e chiassosa reazione ha richiamato circa 60 persone, che hanno letteralmente aggredito i poliziotti con calci, spintoni e sputi inscenando una vera e propria rivolta danneggiando altresì l'autovettura di servizio. Il successivo intervento degli agenti del Commissariato Frattamaggiore e dei Carabinieri del posto ha consentito agli agenti del Commissariato Afragola di poter arrestare Mariano Tuppo e di portarlo in ufficio, dove tra l'altro, appena giunto, ha distrutto delle suppellettili.