Parigi, auto contro furgone polizia sugli Champs-Elysées: arrestato

Regolare Commento Stampare

L'uomo è stato estratto dalla sua auto "gravemente ferito", si apprende da fonti dell'inchiesta, e poi sarebbe morto.

L'uomo che sarebbe responsabile dell'attentato è nato nel 1985 ed è schedato S, sigla riservata per i sospetti radicalizzati. A quel punto si è scatenato l'incendio all'interno dell'abitacolo. Secondo Le Parisien, si tratterebbe di una persona già conosciuta alle forze dell'ordine, poiché attenzionato con la 'fiche S'.

Secondo le prime informazioni, un'auto privata sarebbe finita contro un furgoncino della polizia.

Il conducente, un 31enne di nazionalità francese, è stato ucciso. Non ci sono feriti, il quartiere è stato isolato e l'episodio è considerato concluso. Foto dell'aggressore "a terra, privo di sensi" sono circolate fin da subito dopo l'attacco sul web. "Nell'auto" - ha aggiunto - "c'era un certo numero di armi ed esplosivi che avrebbe dovuto consentire di far esplodere il veicolo". "La Francia ha bisogno dello stato di emergenza". Per motivi di sicurezza, ovviamente, sono state chiuse le fermate della metro circostanti, in questo caso la Champs-Elysées Clemenceau. Indaga la procura antiterrorismo.