Paolo Maldini diventa tennista professionista a 49 anni!

Regolare Commento Stampare

Ma quando si tratta di giocare a tennis, preferisce mantenere un certo riserbo su argomenti calcistici, specialmente adesso che il suo Milan sta vivendo un periodo molto delicato.

Paolo Maldini si sa, ha da tempo appeso le scarpe al chiodo. Il club ha messo in palio un posto nel tabellone principale e l'ex capitano rossonero se l'è aggiudicato vincendo il torneo "rodeo".

Non sarà sicuramente una passeggiata per la coppia Maldini/Landonio, in quanto l'ATP Challenger di Milano richiama diversi nomi che hanno sostato nelle zone più nobili delle classifiche mondiali.

Le caratteristiche tennistiche di Maldini sono offensive infatti, secondo i racconti del suo maestro: è dotato di un buon servizio e gioca bene i colpi al volo. Su un campo veloce credo che potrebbe giocarsela alla pari con un 3.5, - continua il coach Landonio - magari 3.4. "Ma in doppio è tutto diverso, lì vale di più".

"Avendo iniziato a giocare così tardi, appena 5-6 anni fa, ha qualche lacuna sul piano tecnico - ammette Landonio -". "Di sicuro possiede delle qualità fisiche e mentali fuori dal comune, aiutato dalla sua esperienza sportiva". Con Landonio effettua una lezione a settimana, poi si diletta con qualche doppio.

Anche Paolo Maldini alla dodicesima edizione dell'ATP Challenger di Milano -Trofeo BCS, in programma all'Aspria Harbour Club dal 24 giugno al 2 luglio. Al torneo parteciperanno alcuni tra i primi 100 della classifica ATP tra cui Marcel Granollers, Thiago Monteiro, Marco Cecchinato, Tommy Robredo, Federico Delbonis e Guido Pella. Ma lunedì 26 giugno ci sarà un motivo in più per recarsi nell'incantevole club milanese: il grande Paolo Maldini farà il suo esordio nel circuito professionistico.