Nuovo accordo di cross-licensing per Capcom e Bandai Namco

Regolare Commento Stampare

Detto questo, Capcom e Bandai Namco sono stati molto vicini anche in passato, con conseguenti collaborazioni come Street Fighter X Tekken nel 2012.

Lo scopo di tale partnership è quello di accelerare lo sviluppo dei videogiochi e ridurre i costi di produzione di entrambe le compagnie giapponesi.

Capcom, recentemente al centro di una grossa polemica legata a Monster Hunter XX, ha stretto un patto cross-licenza con Bandai Namco relativo alle partite online di serie come quella Street Fighter. Con questo accordo come punto d'inizio, Capcom continuerà ad esplorare opportunità del Cross License per salvaguardare i suoi brevetti e, allo stesso tempo, migliorare la user experience e contribuire a rendere la game industry un ambiente più sano e più fiorente.