Corpus Domini, Francesco: "Eucaristia guarisca rivalità, invidie e chiacchiere maldicenti"

Regolare Commento Stampare

Dio è persona e si dona personalmente e chi lo riceve lo riceve personalmente. Un tema, anzi un verbo in particolare ha utilizzato il Pontefice, ovvero: Ricordati. Si gira pagina in fretta, voraci di novità ma poveri di ricordi.

Se l'argomento della scorsa domenica, in cui si celebrava la Ss Trinità, poteva risultare quantomeno ostico alle orecchie dell'uomo contemporaneo, non si può dire che l'Eucaristia in quanto tale lo sia in modo minore.

Continuando, Papa Francesco ha poi proseguito parlando proprio della giornata odierna ovvero del Corpus Domini.

E ora, vivendo l'Eucaristia, adoriamo e ringraziamo il Signore per questo sommo dono: "memoria viva del suo amore, che forma di noi un solo corpo e ci conduce all'unità". Ci basta, infatti, sapere che Lui è in mezzo a noi, che non ci abbandona mai, che vuole farci partecipare alla Comunione con Lui, essere nutriti di Lui, pane di vita. Diceva: "Tutte le buone opere riunite non valgono il sacrificio della Messa, perché queste sono opere degli uomini mentre la S. Messa è opera di Dio". Questo fatto ci porta a riconoscere che noi ogni volta che celebriamo l'Eucarestia rinnoviamo la passione, morte e resurrezione di Cristo che si dona al Padre per la nostra salvezza, finchè Egli venga nella gloria. Divieto di sosta con rimozione anche in l.go Barbella e in via dei Domenicani, domenica dalle 7 alle 22, e in piazza Templi Romani (dall'intersezione con via dei Vezii all'intersezione con via Lanciani), via Lanciani, largo S. Gaetano, via M. V. Marcello, via Vicentini, in piazza Trento e Trieste nell'area di sosta antistante l'ingresso del Seminario dalle ore 15 alle 22.

Alla reazione degli altri fedeli che ascoltavano Gesù insegnare in Sinagoga ("Come può costui darci da mangiare la sua carne?"), lui risponde con un'affermazione ancora più forte, scandalosa quasi più per un ebreo del tempo che per le nostre orecchie: "Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno".

La sera del Corpus, come gesto di fede nel Santissimo Sacramento, partecipiamo tutti alla Processione Eucaristica.