Blue Whale, una indagata a Milano

Regolare Commento Stampare

Secondo quanto ricostruito la giovane avrebbe convinto una ragazzina di 12 anni a procurarsi alcuni tagli e a inviarle le foto sul popolare social network.

L'ipotesi di reato è quella di istigazione al suicidio, e ad essere indagata è una 20enne di Milano, che avrebbe contattato una 12enne romana tramite Instagram.

Gli inquirenti hanno sequestrato il pc e il cellulare della 20enne e mercoledì la polizia postale eseguirà alcuni accertamenti tecnici irripetibili per verificare se i messaggi pericolosi siano stati inviati proprio dal lei. Le segnalazioni sono arrivate soprattutto da genitori e insegnanti, preoccupati.

Denunce nelle quali madri e padri raccontano di episodi di piccoli tagli sulle braccia fino a casi di tentato suicidio e suicidio, che risalgono a mesi fa, chiedendo di riaprire le indagini, dopo che lo scorso maggio sui media si è iniziato a parlare della "balena blù".