Attentato a Londra: furgone sui fedeli in moschea

Regolare Commento Stampare

Incubo terrorismo a Londra: un furgone ha travolto i pedoni a Finsbury Park, nei pressi della moschea. Quando l'uomo, un 48enne bianco e senza barba, è stato affrontato dalla folla e tirato fuori dal van, pare abbia anche pronunciato frasi di sfida. Sono dieci, secondo le autorità, le persone travolte che sono state trasportate in tre diversi ospedali dalle ambulanze arrivate sul posto. L'uomo che era alla guida del furgone è stato arrestato: ha 48 anni.

Nella notte un furgone è piombato sulla folla all'uscita di una moschea (dove si svolgeva la messa serale) a Finsbury Park, Londra. Non sono state per ora diffuse notizie ufficiali sulle condizioni dei feriti ne' su eventuali morti.

Secondo quanto riferiscono i siti inglesi l'uomo fermato sarebbe sceso dal veicolo con un coltello in mano e avrebbe accoltellato almeno un passante. Così Mohammed Kozbar, leader della moschea di Finsbury Park, ha commentato al Sun online l'attacco a Seven Sisters road: "E' un attacco terroristico, come lo abbiamo chiamato a Manchester, a Westminster e a London Bridge", ha aggiunto Kozbar. Non siamo ancora a conoscenza di tutti i dettagli, ma si è trattato chiaramente di un attacco deliberato contro londinesi innocenti, molti dei quali stavano concludendo le preghiere durante il mese sacro del Ramadan. Anche il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, musulmano e figlio d'immigrati pakistani, è stato informato e si sta occupando della vicenda. Sembra che l'attentato sia avvenuto nel momento in cui, in tarda serata, un gruppo di musulmani dava inizio alla festa che si tiene al tramonto ogni giorno del Ramadan quando è possibile, dopo il digiuno della giornata, mangiare e bere.

Un uomo di quarantott'anni è stato arrestato. Il sindaco di Londra, Khan sottolinea che è stato accertato un aumento del 40% di in incidenti razzisti in città ed è aumentato di ben cinque volte il numero di incidenti anti-musulmani.