Aggiornamento WhatsApp 30 giugno: non funzionerà più su diversi smartphone e tablet

Regolare Commento Stampare

Nella comunicazione ufficiale, non è però contenuto un elenco di dispositivi, poiché sarebbe impossibile sin da ora stabilire quali saranno quei telefonini non più in grado di gestire WhatsApp.

Nello specifico, l'azienda ha deciso di aggiungere, dal prossimo 30 giugno, alla "lista nera" altri dispositivi che potrebbero entrare in contrasto con l'applicazione, non permettendo più di utilizzarla. Per gli utenti degli cellulare BlackBerry BBOS e BB10, per fortuna, il blocca sarà posticipato per sei mesi.

Ora è il loro turno di altri modelli: dal 30 giugno, infatti, l'app non potrà più essere utilizzata non solo sui dispositivi che montano Symbian S60 ma anche su quelli che girano su Windows Phone 7, Nokia S40 (quello usato dalla linea low cost Asha cessata dopo la vendita della divisione mobile a Microsoft nel 2013), BlackBerry OS e BlackBerry 10, fra i più recenti lanciato nel 2013 (modelli principali: Z10, Q10 e Q5). Inoltre l'ultima innovazione di WhatsApp introduce una scorciatoia per le risposte che saranno più veloci: bisognerà far scorrere qualsiasi messaggio verso destra e il gioco è fatto! Questo perché i cellulari un po' datati non consentono di sfruttare a pieno tutte le potenzialità di WhatsApp.

Il 30 giugno 2017 sarà l'ultimo giorno utile per utilizzare WhatsApp su tablet e smartphone elencati sopra prima dell'aggiornamento: la app probabilmente si bloccherà e non sarà possibile visualizzare neanche le conversazioni.

Infine, i possessori degli smartphone sui cui WhatsApp sta per andare fuori uso, anche se non potranno trasferire direttamente le vecchie chat Whatsapp su una nuova piattaforma, potranno salvarle e inviarle sui dispositivi tramite email. Le alternative sono installare vecchie versioni dell'applicazione, trovabili e scaricabili online, oppure trovare applicazioni alternative e continuare a stare in contatto con i propri amici.