Udinese-Inter 1-2, Pioli: "Lavorato tanto, merito ai giocatori"

Regolare Commento Stampare

L'Inter riprende da dove aveva lasciato. In particolare dopo un primo tempo piuttosto negativo che ha visto prevalere gli uomini di Delneri, affamati e brillanti fisicamente, i nerazzurri sembravano in balia degli avversari e delle solite lacune difensive.

Il croato consolida la serie positiva dell'Inter, ora a quattro vittorie consecutive in campionato.

Alla Dacia Arena i primi minuti di gioco sono tutti per i padroni di casa, che cominciano il match con il piede sull'acceleratore; la prima occasione è per i friulani che già al 2′ si rendono pericolosi con Jankto, il cui tiro si spegne sul fondo.

6′ Conclusione potente e precisa di Fofanà che chiama alla grande parata Handanovic. Al 17′ Jankto che sfugge a Murillo e D'Ambrosio e centra la rete di Handanovic. Friulani in vantaggio nella prima frazione con Jankto e pari firmato da Perisic al secondo di recupero sempre del primo tempo. Al 31' è inutile il gol di Zapata su azione viziata da un fallo. Pioli sostituisce Banega con Joao Mario. All'87' poi, quando le due sembrava ormai certo che le due squadre avrebbero doviso la ppsta in palio, una punizione dipinta da Joao Mario pesca Perisic in area che svetta incrociando di testa e fissando l'1-2 finale.

Ho molta fiducia in questi giocatori, mi stanno dimostrando qualità tecniche, morali, professionali, sono dentro alla causa, siamo uniti e compatti, la società ci sostiene, abbiamo grandi ambizioni e se vogliamo costruire un grande futuro dobbiamo costruire il nostro presente, orientato al lavoro settimanale e alla prossima partita con il Chievo per costruire una serie che sta diventando importante, ma che va sostenuta ancora se vogliamo raggiungere le più alte posizioni in classifica. Mauro è fondamentale anche quando non segna, oggi ha servito una splendida palla per il primo gol di Ivan. Il primo tempo si conclude, Udinese-Inter 1-1.

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Fofana, Kums, Jankto; Matos, Zapata, Thereau.