Papa Francesco, Udienza generale del mercoledì: "L'inutilità delle false speranze"

Regolare Commento Stampare

A ricordarlo con un singolare avviso questa mattina è stato lo stesso Papa Francesco nel corso della consueta udienza generale del mercoledì nella Santa Sede. "Se qualcuno ti dice che bisogna pagare qualcosa per partecipare alle udienze ti stanno truffando". Il Papa nell'udienza di oggi ha parlato delle false speranze che proliferano nella società odierna.

Papa Francesco ha preso le mosse dallo sperare come "bisogno primario dell'uomo: sperare nel futuro, credere nella vita, il cosiddetto 'pensare positivo'". "Questo è gratis", ha concluso il Papa: "Qui si viene senza pagare perché questa è la casa di tutti". Il Papa non nasconde che anche gli uomini di chiesa si lasciano tentare dagli idoli del "denaro, delle alleanze con i potenti, mondanità e false ideologie". "A volte - ha rimarcato - le cerchiamo in un dio che possa piegarsi alle nostre richieste e magicamente intervenire per cambiare la realtà e renderla come noi la vogliamo; un idolo, appunto, che in quanto tale non può fare nulla, impotente e menzognero". "Ma quell'uomo o quella donna è un delinquente, questo non si fa". L'uomo, immagine di Dio, si fabbrica un dio a sua propria immagine, ed è anche un'immagine mal riuscita: "non sente, non agisce, e soprattutto non può parlare".