Iscrizioni on line. Problemi tecnici sul portale per le registrazioni causano rallentamenti

Regolare Commento Stampare

Dalle 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2017 sarà disponibile l'iscrizione all'istituto scelto per l'iscrizione alle classi prime della scuola primaria, della secondaria di I e II grado.

Novità di quest'anno: chi ha già un'identità digitale Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà utilizzare quelle credenziali per accedere al portale delle iscrizioni senza effettuare prima la registrazione. In mancanza, sarà necessario avviare una nuova registrazione. Sono obbligatorie per le scuole statali e facoltative per le paritarie. Senza fretta. Non è, infatti, prevista alcuna precedenza temporale: quelle arrivate per prime non avranno priorità. Per le scuole dell'infanzia, invece, resta valida - con le stesse tempistiche - la procedura cartacea.

Utilizzando il web, inoltre, si potrà accedere alle iscrizioni ai corsi d'istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali relativi alle regioni Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia e Veneto. Per le famiglie delle aree colpite dal terremoto ci saranno azioni di sostegno affinché possano svolgere la procedura online con l'aiuto delle scuole e specifiche indicazioni che saranno poi comunicate con una circolare ad hoc. Una volta compilato tutto il modulo di registrazione, la domanda potrà essere inoltrata, ma il sistema non prevede la possibilità di effettuare modifiche online in caso di errore, ma solo contattando direttamente la scuola di riferimento. Per procedere con l'iscrizione online va innanzitutto individuata la scuola che interessa. Da quel momento, la scuola prescelta prenderà in carico la richiesta e comunicherà l'accettazione della domanda oppure, in caso di indisponibilità di posti, suggerirà alla famiglia una soluzione alternativa o gli eventuali smistamenti della richiesta a favore delle scuole prescelte in fase di compilazione.