I Bastardi di Pizzofalcone, anticipazioni terza puntata del 16 gennaio

Regolare Commento Stampare

Grande protagonista de I Bastardi di Pizzofalcone continua ad essere Napoli, col suo lungomare, il Vesuvio, il Gambrinus, i vicoli di Chiaia e i Decumani, le zone più popolari e quelle più altolocate di quel teatro a cielo aperto che è la capitale del Sud.

Ottimo esordio per la serie tv I Bastardi di Pizzofalcone, la nuova fiction di Rai1 in onda con le prime due puntate lunedì 9 e martedì 10 gennaio sull'ammiraglia Rai.

Se ti stai appassionando alle avventure de I bastardi di Pizzofalcone abbiamo una buona notizia per te: troverai infatti tutte le puntate in streaming Rai su Rai Replay da guardare ogni volta che vuoi. Ora si dedica anima e corpo al lavoro. Poiché il commissariato è stato chiuso dopo alcuni cassi di grave corruzione, e per rimpolpare la squadra rimasta al minimo, tutti i commissariati di Napoli hanno inviato i loro agenti più scomodi.

Gea Martire, sua amica e collega, l'ha ricordata con queste belle parole: "Ieri sera è andata in onda la puntata dei Bastardi di Pizzofalcone che ho interpretato accanto a Lucia Ragni, scomparsa subito dopo la fine delle riprese".

I Bastardi di Pizzofalcone, anticipazioni terza puntata del 16 gennaio

I Bastardi di Pizzofalcone, l'Ispettore Lojacono innamorato di Laura Piras?

Ma anche una città in cui bisogna convivere con la follia, la rabbia, il rancore, la vendetta, la passione ... Tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni.

La fiction segna il ritorno in TV di Alessandro Gassmann che sarà affiancato da Carolina Crescentini, e mostra un lato inedito di Napoli, poiché il commissariato di Pizzofalcone si trova tra i quartieri spagnoli e il lungomare. Massimo rispetto per un attore straordinario che però in questo frangente, secondo il nostro modesto parere, non è riuscito molto a dare al suo personaggio autenticità. "Io narro l'anima di una grande metropoli occidentale, che può essere Napoli ma anche Marsiglia o New York, dove si incrociano sentimenti diversi, conflitti e anche situazioni apparentemente inspiegabili".

Alla prima, evento organizzato dall'assessorato comunale alla Cultura, partecipa lo stesso De Giovanni (arrivato in tarda serata), assieme a parte del cast: da Tosca d'Aquino a Gianfelice Imparato e Francesco Paolantoni, fino a Mariano Rigillo, che ha fatto anche gli onori di casa, da direttore della Scuola di recitazione dello Stabile partenopeo.