Addio Yahoo, cambia nome in Altaba? Non proprio, ma Marissa Mayer lascia

Regolare Commento Stampare

Yahoo! il gigante tecnologico è il protagonista di giornata.

Le attività internet verranno cedute a Verizon per 4,8 miliardi (a meno che il caso degli attacchi hacker ai sistemi Yahoo non facciano saltare l'accordo), mentre la nuova Altbaba manterrà una quota del 15% in Alibaba e il 35,5% in Yahoo Japan.

Stesso Yahoo! ha annunciato che cambierà nome in Altaba e procederà nel settore come società di investimenti.

Una delle società più iconiche del web, che poteva gareggiare se non acquisire Google molti anni fa, ora sarà inglobata in Verizon, che diventerà uno dei principali attori nel mercato della pubblicità online insieme a Facebook e la stessa Google. Fra gli errori imputati ai suoi predecessori (almeno col senno di poi), il "no" che l´allora CEO Jerry Yang (l´altro cofondatore di Yahoo!) oppose nel 2008 all´offerta di acquisto avanzata da Microsoft per ben 44,6 miliardi di dollari.

Mayer potrebbe continuare a lavorare dentro Verizon per seguire l'andamento delle attività internet dell'ex Yahoo.

Il cyber-attacco, che risale all'agosto del 2013, coinvolge circa un miliardo di vittime, il doppio rispetto al numero degli utenti interessati da un simile precedente episodio che Yahoo aveva rivelato già a settembre. Il braccio giapponese delle operazioni Yahoo al lordo delle tasse che dovrebbero essere pagate in una eventuale cessione è valutato 9 miliardi di dollari. Lowell McAdam, Presidente e CEO di Verizon, ha dichiarato che "l'acquisizione di Yahoo metterà Verizon in una posizione altamente competitiva come un top società globale per i mobile media, e contribuire ad accelerare il nostro flusso di entrate nella pubblicità digitale". Al momento, ancora non è chiaro cosa andrà a fare e in quale compagnia si trasferirà, ma quello che è certo è che la sua figura non sarà più associata a Yahoo dal momento in cui la fusione con Verizon sarà completata.