Salvini,ringrazio Prodi suo "Sì" porterà tanti a votare "No"

Regolare Commento Stampare

"Il sì vince nel voto degli italiani all'estero". "Se Goldman Sachs, J.P Morgan, Financial Times ci dicono di votare sì, è evidente che gli italiani sapranno cosa fare e voteranno No. L'Italia non è un paese in vendita". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, ad Ancona per una iniziativa per il Sì al referendum.

"Sul futuro del centrodestra afferma che sSe Berlusconi - desse vita ad altri inciuci le nostre strade si allontanerebbero, io voterei subito". Un messaggio che il leader della Lega indirizza innanzitutto a Silvio Berlusconi, con cui dovrà chiarire una volta per tutte se ci siano le condizioni per portare avanti l'alleanza. Mi sembra che Toti, Fitto, Meloni abbiano le idee chiare.

Il leader della Lega ci tiene inoltre a preservare l'identità del suo partito dicendosi disponibile ad "una federazione" tra i partiti di centrodestra, ma "nessuna marmellata". Punto. Se Renzi non ha nemmeno letto la sua riforma c'è da preoccuparsi. Il segretario federale della Lega Nord, Mattel Salvini, ha incontrato i militanti veronesi del Carroccio al Teatro Stimate, gremito. Il numero uno della Lega è pronto ad andare a votare indipendentemente dalla legge elettorale anche se, dovendo esprimere la sua preferenza, boccia senza appello il proporzionale a favore invece dell'uninominale: "Almeno ognuno sa per chi vota". "Non ho la minima preoccupazione del congresso lo faremo, escludo il 31 dicembre, lasciamo riposare le persone anche all'Epifania, se non ci saranno elezioni subito entro l'inverno si farà, non è una priorità per elettori ma io ci tengo al rispetto delle regole, in passato non si facevano e a me piace confrontarmi, non parlerò mai male di Bossi ma la si può pensare in modo diverso".