Sampdoria, Giampaolo: "Inter squadra pazza, sarà difficile"

Regolare Commento Stampare

Brutto stop per l'Inter, che non riesce a dare continuità alla vittoria col Torino. I nerazzurri cadono a Marassi, nel posticipo domenicale dell'11ª giornata, per mano di una cinica Sampdoria.

La partita del FerrarisIl primo tempo è di marca Samp, che gioca molto meglio dell'Inter, costringendola nella propria metà campo, crea occasioni a ripetizione, ma le sbaglia malamente. La posizione in classifica dei nerazzurri è inacettabile, lontana da tutto, la squadra un'accozzaglia di giocatori condiderati "fuoriclasse" (e forse lo sono pure), ma incapaci di giocare un calcio corale da minimo sindacale.

Inter (4-3-3): Handanovic 6.5; Ansaldi 6, Miranda 5, Murillo 5.5, Santon 5.5; Brozovic 6.5, Joao Mario 5.5, Banega 5; Candreva 6.5 (75' Perisic 6.5), Icardi 5, Eder 6.5 (75' Palacio 6.5). All. A centrocampo Barreto, Torreira e Linetty. Qualche scelta sbagliata negli ultimi passaggi non consente ai blucerchiati di concretizzare il buon fraseggio, comunque meno brillante del primo tempo. Dietro la coppia di attaccanti formata da Muriel e Quagliarella giocherà Bruno Fernandes (anche se l'ex Alvarez scalpita).

Non c'è tempo di respirare, i ritmi sono altissimi. Al 30′ Sampdoria vicinissima alla rete con Barreto che sugli sviluppi di un calcio d'angolo coglie il palo esterno con una girata di destro. Al 67′ clamorosa occasione fallita dai nerazzurri: cross di Brozovic per Icardi che di testa manda alto a due passi dalla porta avversaria. E' poi Skriniar a salvare la porta doriana anrticipando all'ultimo Icardi, pronto a deviare il suggerimento di Eder.

L'Inter è nuovamente nel caos. Libero accesso da qualsiasi parte del mondo, almeno fino a quando YouTube non se ne accorge e chiude il canale youtuber "pirata" che trasmette senza permesso.

L'Inter non ha demeritato nel complesso, ma solo in fase offensiva, confermandosi priva degli equilibri necessari in fase di non possesso per superare l'ostacolo di una squadra organizzata come la Sampdoria.

Altra palla goal per l'Inter, ancora con Brozovic! Bruno Fernandes mette in mezzo per l'inserimento di Linetty che tocca per Quagliarella, l'ex Juventus scarica un sinistro incrociato che batte Handanovic. Nel finale Palacio ha avuto la palla del pareggio ma l'ha spedita sulla traversa, e così a far festa è stata la Sampdoria di Giampaolo. Nei primi venti minuti è l'Inter a rendersi maggiormente pericolosa, ma la difesa della Samp tiene bene botta e il risultato non cambia.

L'avvio di gara della Sampdoria è arrembante. "Ferrero ora basta - c'è scritto - se non conosci la nostra storia stai zitto!". Appuntamento a domattina dunque, anche se il futuro di De Boer, approdato nella scorsa estate al posto di Mancini sembra davvero segnato.