Morbillo, l'allarme dagli USA: "Più aggressivo rispetto al passato"

Regolare Commento Stampare

L'ultima ricerca pubblicata dice che questa patologia è più pericolosa di quanto fino ad ora si sapesse.

In Italia si sottovaluta molto il rischio morbillo.

Il morbillo è una delle malattie più contagiose negli esseri umani, e rimane una delle principali cause di morte nei bambini in tutto il mondo. A fare chiarezza è uno studio condotto dalla Università della California (Ucla) che ha preso in esame i dati di una grande epidemia di morbillo avvenuta in California nerl 1990. Ma il nuovo studio mostra che il tasso è maggiore, con un caso di Panencefalite su 1.387 contagiati sotto cinque anni, che sale a 1 su 600 nei bambini sotto i 12 mesi. Il morbillo può tuttavia cagionare altri tipi di complicanze, con l'esordire di altre forma di encefalite che hanno effetti più repentini. Gli autori dello studio divulgano questi nuovi dati e mettono in guardia i genitori statunitensi su come viaggiare con bambini non protetti dal vaccino in paesi dove il morbillo è endemico, come in Italia ad esempio. In due anni, dal 2013 al 2015, le coperture vaccinali per il morbillo sono scese dal 90,5% all'85,3%.

Il presidente dell'Iss (Istituto Superiore di Sanità), Walter Ricciardi, in una lettera aperta a Giuseppe Pignatone, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma, ha spiegato l'importanza delle vaccinazioni e di avere su questo tema "anche la Magistratura al fianco dei medici e degli scienziati per contrastare chi, per diversi e spesso turpi motivi, abusa della credulità popolare, esponendola a rischi gravissimi per sé e per le persone care, spesso bambini ed anziani".

L'epatite, la difterite, il tetano, la poliomielite: tutte queste sono malattie che richiedono una vaccinazione obbligatoria, e proprio queste sono quelle che non raggiungono il 95% richiesto per fermarle.Anche l'Organizzazione Mondiale della Sanita'ha confermato che in Italia c'e' un dato preoccupante sulla riduzione del numero dei soggetti vaccinati. Ricciardi spiega le motivazioni della sua posizione a favore delle vaccinazioni, durante criticata dal Codacons che, dopo avere criticato anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha preannunciato una class action, un ricorso al Tar ed un esposto nei confronti dello stesso Ricciardi per "procurato allarme".

Morbillo rischio per la salute pubblica e complicanze "ampiamente sottostimate"? "Duole poi rilevare che ne' l'Iss, ne' Ricciardi, hanno capito che la battaglia del Codacons non e' contro i vaccini, che riteniamo indispensabili, ma contro i regali dei medici in conflitto di interesse alle aziende farmaceutiche, attraverso improbabili vaccinazioni di massa dell'intera popolazione per qualsiasi possibile malattia" conclude l'associazione.