Facebook introduce la pubblicità su Messenger

Regolare Commento Stampare

L'azienda potrà quindi impegnarsi costantemente in una conversazione one-to-one, fornendo esperienze personalizzate per ogni utente.

Per Facebook aiutare le aziende a connettersi con gli utenti tramite Messenger non è sufficiente.

Ma come possono le aziende coinvolgere ed entusiasmare le persone, spingendole a tornare? Questo è l'obiettivo dei messaggi sponsorizzati.

Per facilitare le comunicazioni con le aziende, Facebook ha introdotto una seconda forma di pubblicità.

Facebook Messenger si arricchisce di un'importante novità, ovvero la funzione attraverso cui le aziende potranno inviare agli utenti messaggi sponsorizzati. Effettivamente, le modalità di inserimento di questi annunci hanno, da subito, preoccupato tutti. I primi utilizzatori hanno usato questo tipo di annunci per aprire una conversazione in Messenger dopo che l'utente ha fatto click su un annuncio visto nel Newsfeed. Fortunatamente, Facebook avrebbe adottato alcuni accorgimenti per evitare che Messenger si trasformi in un concentrato di pubblicità indesiderata.

Sorte come semplici estensioni di piattaforme più ampie, le chat di messaggistica istantanea sono rapidamente riuscite a trovare la chiave di volta necessaria a trattenere gli utenti per tempistiche tanto elevate da trasformare una semplice funzione "di servizio" in un autentico microcosmo, dove i fruitori possono perdersi per ore e ovviamente comprare quello che serve loro, senza il fastidio di dover uscire non solo di casa, ma anche dalla stessa app.

Gli iscritti, del resto, avranno la possibilità di bloccare una conversazione con messaggi non graditi o, in definitiva, potranno anche bloccare l'interazione da parte di utente che si dovesse dimostrare molesto con l'invio di post pubblicitari sgraditi, una misura che gli utenti avranno la possibilità di revocare nel tempo.